Giornate Europee del Patrimonio: L'arte è alimento alimenta l'arte - Cibi, bevande, maniera di mangiare

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Biblioteca statale del monumento nazionale di Grottaferrata

Giornate Europee del Patrimonio 20 settembre 2015

1441610394048_ARTRIBUNE_QUARTA_DI_COPERTINA_low_res

Apertura straordinaria della Biblioteca sul tema
"Cibi, bevande, maniera di mangiare" 

Luogo: Abbazia di San Nilo, sale della Biblioteca statale, Corso del Popolo 128, Grottaferrata
Periodo: domenica 20 settembre, 9.00 - 13.00
Istituti: Biblioteca Statale del Monumento Nazionale di Grottaferrata
Informazioni: tel. 06 94541584 - 06 94541591, e-mail: bmn-grf@beniculturali.it

Anche quest'anno il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo aderisce, insieme agli altri Stati Europei, alle Giornate Europee del Patrimonio, soffermandosi sul tema dell'alimentazione e della storia dell'Europa. La manifestazione ideata nel 1991 dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione europea ha come scopo quello di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio culturale tra i Paesi europei.

logo abbaziaPer il quarto anno la Biblioteca Statale del Monumento Nazionale di Grottaferrata aderisce all'evento con un'apertura straordinaria dell'Istituto. Per l'occasione sarà esposta una selezione di opere e documenti significativi inerenti al tema prescelto "Cibi, bevande, maniera di mangiare". Si tratta di un rapido excursus, attraverso raccolte delle epoche passate conservate in Biblioteca, volto ad illustrare sinteticamente usi e costumi alimentari delle varie popolazioni, in Italia e non solo, in periodi nei quali manifestazioni di sintesi, come la grande Esposizione Universale, attualmente in corso nella città di Milano, erano pressoché impossibili da concepire e da realizzare, con i mezzi allora a disposizione. Tuttavia, le analisi, le indagini, le scoperte sull'argomento, condotte in maniera più o meno approfondita ed a volte sorprendente, non mancavano; ed erano per lo più dovute ai non molti viaggiatori che osavano avventurarsi in terre e lidi ancora poco conosciuti.
Si svolgeranno inoltre visite guidate volte ad illustrare le pregevoli raccolte conservate nell'Istituto.