Restauro straordinario dei fondi antichi della biblioteca

Biblioteca monumentale, particolare della scaffalatura ligneaTra il 2005 e il 2006 è stato realizzato un impegnativo progetto di restauro conservativo dei fondi librari antichi della Biblioteca monumentale (sec. XV-XIX) e delle scaffalature lignee, finanziato con i fondi dell’8 per mille. In via preliminare si è provveduto alla depolveratura e disinfestazione delle scaffalature lignee con trattamenti a pennello e, più in profondità, a iniezione con prodotti insetticidi. Analoghi trattamenti sono stati eseguiti sul soffitto ligneo, sui tavoli e sulle sedie presenti nella sala. Di seguito si è provveduto alla depolveratura accurata e manuale, con l’uso di speciali pennelli, dei circa 8.000 volumi custoditi nella sala. La progettazione, curata dall’Istituto, ha selezionato 373 volumi a stampa dei secoli XVI, XVII, XVIII, e XIX. Essa ha mirato soprattutto alla conservazione ed al recupero delle legature originali, di diverse tipologie e di particolare pregio, al fine di valorizzare la peculiare connotazione artistica complessiva della sala determinata dall’accostamento delle eleganti scaffalature lignee in radica di ulivo ai dorsi dei libri in pergamena con i titoli manoscritti a seppia, o in pelle con fregi dorati. Gl’interventi, affidati a laboratori altamente specializzati e di comprovata perizia tecnica, sono stati volti al rispetto ed alla valorizzazione dei caratteri originali della Biblioteca ed alla conservazione di tutti gli elementi originali componenti il libro: piatti, dorsi, cuffie, fogli di guardia e ove possibile anche nervi e capitelli. Il lavoro di restauro dei fondi librari presenti nelle scaffalature della Biblioteca monumentale non’è ancora stato completato. Nella foto a fianco si può notare come i volumi collocati nel primo pluteo sono stati tutti restaurati, mentre alcuni volumi del secondo pluteo sono ancora in attesa di restauro. L’auspicio è che presto questo lavoro possa essere completato.